Manuale di etnografia PDF

Liberauniversitascandicci.it Manuale di etnografia Image
DESCRIZIONE
"C'è qualcosa che rende il lavoro dell'antropologo simile a un mestiere, nel senso più popolare del termine: una certa propensione alla dimensione artigianale del proprio operare. [...] Recandosi sul terreno, l'antropologo osserva, guarda, ascolta, assaggia, tocca, annusa. Il suo sapere si costruisce innanzitutto su basi sensoriali, prima di arrivare a tradursi in teorie, modelli, paradigmi. Sul terreno, qualunque esso sia, il ricercatore non vede strutture, società, politica, economia. Vede gente che si incontra, parla, combatte, si scambia oggetti, produce, costruisce, mangia, si organizza, prega, vive. Perciò questo libro ha una scansione percettiva: parte da ciò che può essere osservato, per poi arrivare a dare vita, successivamente, a costrutti teorici. E questo che vuole insegnare Mauss e sebbene in molti passaggi le sue istruzioni appaiano oggi sinceramente datate, dalla lettura di questo classico si possono ancora trarre lezioni utili. [...] Come ha scritto George Marcus, uno dei padri della svolta postmodernista in antropologia: 'Questo documento, storicamente importante, riflette il periodo giovanile dell'antropologia moderna, quando le domande e i soggetti di questa disciplina dipendevano da una rigorosa raccolta di materiale dal campo di ricerca... Un'importante testimonianza dell'insegnamento di Mauss e delle speranze originarie dell'etnografia'." (dal testo introduttivo di Marco Aime). Postfazione di Marco Maurizi.

INFORMAZIONE

NOME DEL FILE Manuale di etnografia.pdf
DIMENSIONE 3,81 MB
AUTORE Marcel Mauss
DATA 2018
ISBN 9788816414488

Leggi il libro Manuale di etnografia PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su liberauniversitascandicci.it e trova altri libri di Marcel Mauss!

Visita eBay per trovare una vasta selezione di etnografia. Scopri le migliori offerte, subito a casa, in tutta sicurezza.

Museo di etnografia e folklore Raffaele Corso. Il museo etnografico fu fondato nel 1955 su iniziativa di Antonino Basile, Nicola De Rosa, Giuseppe Pignataro, Luigi Lacquaniti, Francesco Salerno, Francesco Cipri e Antonino Nasso, e venne collocato all'interno di Palazzo San Nicola.

LIBRI CORRELATI

Cinematerapia. C'è un film per ogni stato d'animo.pdf

Di sangue e di ghiaccio.pdf

I Malavoglia.pdf

Attraversare i mondi dell'arte. Per un'educazione estetica oggi.pdf

Domenico De Simone. Ideali, passione e competenza di un sindaco.pdf

Jude. U-Boot. Vol. 2.pdf

La prescrizione dei farmaci. Manuale per il medico pratico. Con CD-ROM.pdf

Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza. Commento al decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14.pdf

Oltre la pelle.pdf

Diritto civile-Appendice di aggiornamento diritto civile 2019. Con Contenuto digitale per download.pdf

Due come noi!!. Vol. 23.pdf